domenica 1 giugno 2014

I CHAKRA DELLA TERRA: IL MONTE MUSINE' IN PIEMONTE

 
LA ROTA DI SAN MICHELE SUL MONTE MUSINE IN PIEMONTE

 Nell’articolo sul Pa Kua del Duomo di Firenze, pubblicato ieri, spiegavo che il Chi, ovverosia l’energia vitale che sottende a tutte le manifestazioni e che riempie lo spazio in tutte le sue dimensioni, di cui parlano i testi di Feng Shui e su cui si basa tutta la visione filosofica dell’universo cinese, altro non e’ che l’onda cosmica misurata da  Shumann negli anni 50 e che riferito alle moderne scoperte sulla fisica quantistica trova conferma della sua reale esistenza. La fisica quantistica afferma difatti che nel mondo subatomico la particella scompare e ciò che rimane e’ un’immensa onda vibrante che rende quel mondo privo di distinzioni, lì tutto appare sotto forma di onda e tutto è collegato senza interruzioni: uomini, animali, pietre, oggetti, spazio vuoto, tutto uguale, tutto un’ onda. Ecco perchè dobbiamo concepire tutta la natura nella stessa maniera come un unico organismo vivente. Shen Nung un mitico saggio cinese aveva visualizzato che dal corpo degli uomini uscivano filamenti luminosi che partivano da centri simili a vortici e si allungavano oltre il corpo fino all’universo infinito. 


LA FIGURA ESPRIME LE ANTICHE VISUALIZZAZIONI DI SHENG NUNG

Questi canali erano senza ombra di dubbio quelli che più tardi la medicina tradizionale cinese chiamò i  meridiani energetici, ed i vortici i Chakra: un sistema non fisico ma sottile che come nelle visualizzazioni di Shen Nung , confermate dalla scoperta dell’onda quantistica, ci unisce, ci rende un tutt’uno, và oltre il limite fisico del nostro corpo, si collega al nostro pianeta e prosegue verso l’infinito delle galassie, del sistema solare ed oltre. L’universo perciò è un grande organismo vivente di cui noi siamo parte. Tommaso nel Vangelo afferma: il vero Dio è quello di cui noi siamo le cellule. La Terra è perciò come noi un essere vivente e intelligente, che è fatto, come noi, di parti materiali e di parti più sottili come appunto i chakra ed i meridiani, importantissimi per la sua esistenza e per il sostegno che danno alla nostra vitalità ed alla nostra anima.  La crosta terrestre è costellata di importantissimi chakra e meridiani. 


LE LINEE SINCRONICHE DELLA TERRA O LEY LINE
Gli spiriti più avanzati dell’umanità, gli “iniziati” di tutti i tempi, hanno sempre avuto la conoscenza, e spesso la visione, di questa geografia sottile, ma fondamentale, della Terra. Grotte sacre, montagne sacre, foreste sacre, laghi e fiumi sacri e poi linee dotate di forza su cui venivano edificati piramidi, templi, cattedrali, cerchi di pietre, dolmen e menhir. Erano e sono luoghi speciali, che favoriscono il contatto tra gli uomini e le dimensioni superiori. Questa rete, in gran parte dimenticata negli ultimi secoli di materialismo, si sta ora riattivando, man mano che gli uomini risvegliandosi riscoprono le particolarità di certi luoghi. Questo stà già avvenendo in embrione, ma ben di più avverrà in futuro, quando sempre più uomini capiranno di avere a disposizione delle importanti reti di luoghi energetici di cui avvalersi per supportare la propria crescita spirituale: luoghi capaci di riequilibrare l’aggressione portata alla natura umana dai farmaci, l’alimentazione devitalizzata, i vortici di violenza e di odio, le droghe, ecc.  Gli antichi popoli cinesi le chiamavano le Vene del Drago e sapevano come utilizzarle anche per scopi militari. L’immagine del drago, un animale, magico e molto forte rendeva bene l’idea della potenza di queste linee energetiche misteriose: forze enormi, ma “selvagge”, utilizzabili sia per il bene che per il male, a seconda delle intenzioni umane. La crosta terrestre ha in effetti nelle sue profondità delle forze enormi, forze elettromagnetiche il cui magnetismo e’ rafforzato dalla presenza di vene acquifere e di diversi materiali concentrati che emanano fin sulla superficie frequenze in grado di modificare, trasformare, influenzare i ritmi biologici, l’assetto ormonale, la composizione del sangue, gli atteggiamenti, anche in brevissimo tempo. E’ il caso dei Santuari di Michele, che nella sua funzione tipica “tiene a bada le forze del drago”, per usarle in positivo e per lasciare liberi gli uomini di evolversi. Questo illustrano i quadri e le statue di San Michele. La grande Vena del Drago, conosciuta come Linea di San Michele parte dall’Irlanda e svolge la sua potenzialità fino in Palestina. 





LA LINEA DI SAN MICHELE, UNA VENA DEL DRAGO  CON TRE CHAKRA

Ci sono tre chakra importanti su questa linea: uno si trova in Francia, a Mont Saint Michel, il secondo che è il chakra centrale e’ nella Val di Susa e  non è fatto solamente del monte dove è posta la Sacra , ma di una serie di altri rilievi carichi di forze importanti, trai quali uno in particolare assume un ruolo centrale nella geografia sacra: il monte Musinè (asinello in dialetto). E’ un luogo dalle energie fortissime, uno dei principali in Europa. 

VISTA DEL MONTE MUSINE'

 Le forze spirituali del drago hanno conformato un sottosuolo pieno di energie enormi, selvagge, che si manifestano in conformazioni rocciose insolite e piene di materiali “forti”, nocivi se liberati, che sono la manifestazione di forze spirituali altrettanto nocive su altri piani. Ma il monte è anche un’antenna volta verso incredibili energie positive cosmiche. Da sempre sono state monitorate apparizioni continue di luminescenze colorate e globi luminosi. Luogo di leggende di maghi e di draghi d’oro, di riti e di graffiti misteriosi fin dall’antichità più remota. Luogo di avvistamenti “ufo” tra i più citati, fin dai tempi pionieristici di Kolosimo. Persino la vegetazione che vi cresce è differente da tutto il resto della zona. E’ il punto focale che probabilmente più di ogni altro ha creato quella base energetico-spirituale che ha fatto di Torino la città esoterica per eccellenza, nel bene e nel male; come è tipico delle forze del drago. Una zona fortissima quindi, al centro di un asse europeo spirituale fondamentale, forse il principale sul quale è stato edificata la Rota sempre dedicata a San Michele, un chiesa arroccata, che tiene  in equilibrio da secoli grazie alla spiritualità rappresentata da Michele,  le forze del drago domate e sepolte nel sottosuolo, in attesa della grande epoca dei “risvegli”. Il terzo Chakra di questa vena importante si trova in Puglia a Monte Sant’Angelo.
Le vicende del Tav hanno reso il Chakra Su cui si trova la Rota il centro di numerose polemiche che vedrebbero schierasi su opposti fronti le forze del bene che difendono il chakra dal tentativo di renderlo inattivo  impedendo così il riseglio dell’umanità e le forze del bene che invece difendono questo centro energetico e si oppongono alle operazioni di scavo le quali sono senza ombra di dubbio una minaccia che colpisce gli uomini e la terra  da un punto di vista fisico, economico e spirituale.


1 commento:

  1. Credo ci sia un errore di trascrizione, l'ultima frase non è comprensibile a partire da su fronti opposti

    RispondiElimina