venerdì 3 febbraio 2012

LA CASA HA UN'ANIMA



Tutti noi abbiamo sperimentato le sensazioni che proviamo entrando in una casa od in un luogo.
A volte sentiamo un certo disagio, altre volte invece sentiamo o percepiamo benessere, familiarita' e tante altre sensazioni.
Spesso non ci fermiamo a prendere in considerazione questi stati d'animo che invece a volte, anche inconsapevolmente, ci conducono a fare delle scelte, ad assumere atteggiamenti, influenzando il corso della giornata ed anche della vita.
Ad esempio se dobbiamo acquistare una casa, noi guarderemo certamente che abbia il numero di stanze sufficienti a soddisfare i nostri bisogni, che sia costruita rispettando le normative ed i fabbisogni, che corrisponda al nostro budget e tante altre cose ancora .
Alla fine pero' quello che ci guidera' sara' il nostro cuore che spesso contrasta le decisioni considerate piu' ovvie da un punto di vista strettamente tecnico, materialistico e funzionale.
Questo perche' noi scegliamo in base alle emozioni che certe case sono in grado di suscitare in noi facendo a volte scelte che addirittura possono sembrare irrazionali.
Questo comportamento non e' limitato all'acquisto di una casa ma si estende anche alle stanze che normalmente abitiamo.
Capita infatti che alcune di esse ci piacciono, perche' proviamo sensazioni piacevoli di relax, rifugio, calore domestico, concentrazione ecc , altre invece le evitiamo.
Il motivo e' presto detto.
Le case non sono fatte solo di materiali, pietre mattoni o cemento altrimenti non potrebbero suscitare nessuna emozione.
Le case hanno un'anima.
Tutto cio' che ci circonda ha un'anima perche' alla materia corrisponde sempre un'antimateria, come anche la fisica quantistica afferma, quando prende in considerazione l'esistenza di energie sottili, come forme materiche piu' leggere.
Queste energie sottili sono cio' che noi sentiamo quando entriamo in un luogo.
Esse provengono da diverse fonti: la storia vissuta all'interno di quella casa, gli avvenimenti occorsi, le emozioni dei suoi precedenti abitanti, le forme esterne da cui e' circondata e quelle interne di mobili e muri, i colori, i materiali, l'esposizione ai venti, all'acqua ed a sole.
Una volta gli uomini avevano antenne, erano sciamani collegati alla natura ed al cosmo con tutte le sue leggi, e sentivano queste energie in maniera spontanea scegliendo percio' i luoghi piu adatti per alloggiare.
Ora questa percezione e' piu' debole ma si puo' risvegliare perche' ognuno di noi la possiede solamente che non sa' come utilizzarla, perche' non conosce che cosa determina queste percezioni non conosce cioe' quella forma sottile di energia che i cinesi chiamano Chi o Qi.
Essa risponde a leggi universali che riguardano le vibrazioni che emette, il modo in cui le emette, gli effetti che esse hanno su persone e case, la gravita', il magnetismo, le polarita', gli opposti ed i simili, leggi peraltro riscontrabili in maniera scientifica anche se chiamate con termini meno poetici.
L'energia primordiale elettromagnetica gli sciamani la chiamavano il Respiro dell'universo,
il polo positivo e negativo lo chiamavano Yin e Yang ecc.
Noi possiamo utilizzare tutto cio' che gli sciamani nel tempo hanno tramandato di queste antiche intuizioni e di cui a noi rimane una sottile percezione, imparando a sentire di piu' cio' che le nostre case ci dicono, perche cosi' possiamo manipolare le energie che esse contengono in modo da facilitarne un corrente fluire.
Gli sciamani ci hanno tramandato codici precisi di leggi che determinano questo corretto fluire.
Siccome tali energie hanno tutte delle manifestazioni fisiche, questo codice agisce e puo' essere applicato sulla parte materica.
Colori, forme, materiali e disposizioni spaziali sia interne che esterne, esposizione ai fenomeni celesti, come il vento, l'acqua, il sole, il nord, il sud ecc, diventano percio' un campo d'azione per creare tra essi quello stato vibrazionale armonico e risonante che a noi fa' sentire bene quando entriamo in un posto.
Se le nostre case stanno bene, noi di conseguenza staremo bene.
Ecco percio' spiegato il perche' le nostre case sono importanti e dobbiamo imparare a prenderci cura di loro nella maniera corretta, imparando per prima cosa a manipolare attraverso colori, profumi, spazi, forme, acqua, vento, sole ecc l'energia risanatrice.
Un valido aiuto proviene dallo studio del FENG SHUI.
Se una casa trasmette sensazioni positive noi consulenti Feng Shui diciamo che quella casa o stanza ha un buon Feng Shui e siamo in grado di spiegare il perche'.
Se una casa o una stanza ci fanno star male, noi consulenti Feng shui siamo grado di spiegarvi il perche' ed aiutarvi a trasformarla in una casa con un buon Feng Shui.
Progettare tenendo conto del feng shui non e' un'esibizione di capacita' artistiche che spesso soddisfano solo chi le progetta trasformando le case in icone stilisticamente rispondenti al design in voga al momento, ma significa entrare all'interno di quella rete sottile di energie che collega l'uomo allo spazio creando per ognuno di noi la casa che meglio corrisponde alle proprie aspettative, quelle nascoste nel nostro inconscio e che si manifestano con stati emotivi di benessere e relax.
Ad ognuno di noi corrisponde una casa.
Ad ogni casa corrisponde un buono e un cattivo Feng Shui
Nella pagina INCONTRI DI FENG SHUI sulla barra in alto potete vedere in che modo anche voi, se avete la voglia, potete imparare a far si che le vostre case vi facciano star bene.

PRENDETE IN MANO LA VOSTRA VITA
SIETE VOI CHE SOGNATE LA CASA IDEALE O E' LA CASA IDEALE CHE SOSPESA NEL CIELO, ASPETTA CHE VOI LA POSSIATE VEDERE?




6 commenti:

  1. "Home is where the heart is"...non a caso si dice "casa è dove c'è il cuore"
    grazie Tiziana...buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che la mia casa abbia un'anima serena!

      Elimina
  2. annamaria , non bisogna sperare, bisogna agire

    RispondiElimina
  3. @ giusto Gabriela la casa e' dove risiede il cuore, dove alloggia l'anima, non e' la casa ad appartenere a noi ma noi che apparteniamo alla casa .....quella del nostro cuore e grazie a te!

    RispondiElimina
  4. interessantissimo l tuo articolo Tiziana. Di mio posso dirti che, forse inconsapevolmente e in epoche in cui di questi argomenti sapevo tanto poco quanto nulla, ho costruito casa proprio in questa ottica, nel senso proprio materiale della cosa, partecipando alla costruzione vera e propria appunto per trasferire in una realizzazione materiale parte delle emozioni che mi attraversavano e che fanno parte del mio essere, in colori, disposizioni degli arredi, punti di luce (la luce è importante, mi affascina!)
    Volevo che da ogni ambiente trasparisse il mio modo di essere per es. "salotto" o "stanza da letto" addirittura "garage" che è diventato la rappresentazione materiale della mia creatività, e delle persone che vivono con me.
    Da tempo ormai raffino, miglioro, coloro, vivo insieme alla mia casa, cercando di farla essere un tutt'uno con i suoi occupanti, una estensione materica dell'anima dei suoi abitanti, e devo dire che è molto più confortevole che in passato.
    Ti seguo con attenzione...proponi cose diverse e interessanti
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Ciao Giuseppe
    tu se quello che si chiama un'intuitivo. L'intuizione e' cio' che dobbiamo recuperare mentre tu ce l'hai gia'. Io l'avevo capito gia'. Il luogo in cui vivi ad esempio, le attivita' che fai, il fiume tutto ti aiuta ad essere cio' che sei. Sei fortunato Giuseppe ad avere un feng shui interiore e naturale. Continua ad affinare la tua arte all'ascolto dello spazio e dei benefici che esso ti puo' apportare

    RispondiElimina